Politica / Politica

Commenta Stampa

Napolitano: "Immigrati, garantire integrazione e diritti"

Il presidente sulla strage di Marcinelle

Napolitano: 'Immigrati, garantire integrazione e diritti'
08/08/2013, 10:23

L’8 agosto 1956 persero la vita 262 persone. L’incidente avvenne a Marcinelle, nella miniera di carbone denominata Bois du Cazier. L’incidente è il terzo per numero di vittime dei minatori italiani emigrati. Ed è su questi temi che si concentra il messaggio di commemorazione del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che ha ricordato “la commemorazione delle 262 vittime deve costituire potente richiamo a una riflessione ancora attuale sui temi della piena integrazione degli immigrati così come su quelli della sicurezza nei luoghi di lavoro. Il concreto accoglimento di queste istanze umane e civili e la piena affermazione di questi diritti fondamentali debbono essere perseguiti con la massima attenzione dalle istituzioni e da tutte le forze sociali”. A ricordare l’incidente anche il ministro degli Esteri Emma Bonino: “Oggi, 8 agosto, ricorre l'anniversario della tragedia in cui persero la vita 262 lavoratori di dodici diverse nazionalità. 136 di loro erano italiani. A ricordo indelebile di quella giornata, l'8 agosto ricorre la 'Giornata nazionale del sacrificio del lavoro italiano nel mondo. È nostro preciso dovere, oggi come nel passato, garantire a tutti l'accesso al lavoro e garantirlo in condizioni di sicurezza. Perché in nessun luogo del mondo la vita della persona sia sacrificata alla carenza di garanzie sul posto di lavoro”. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©