Politica / Politica

Commenta Stampa

Pd si apre al semipresidenzialismo

Napolitano incontra Letta

Pdl favorevole, M5S non ci sta

Napolitano incontra Letta
03/06/2013, 16:42

ROMA -  Incontro avvenuto tra Napolitano, il Premier incaricato, il ministro delle riforme Quagliariello e il ministro per i Rapporti con il Parlamento  Dario Franceschini. Confronto importante per ponderare le prossime mosse sul comitato dei 40. Il Capo dello Stato si è confrontato con i rappresentanti del governo tra cui il vicepremier Alfano, mentre prosegue il dibattito sul semipresenzialismo.
Intanto che procede il confronto, non manca la polemica del leader del M5S dove sul suo blog scrive contro Napolitano : “Il Presidente della Repubblica  ha detto che il governo Letta è un'esperienza a termine, durerà 18 mesi, quando lui sarà alla soglia dei 90 anni. Mi domando, con quale autorità il presidente della Repubblica definisce la durata di un Governo? E perché 18 mesi?".
Sembra che Letta si stia aprendo al semipresidenzialismo, più cauta è la Finocchiaro che afferma : “Nessun divieto sul semipresidenzialismo ma prima bisogna discutere del fatto che un sistema di questo genere deve essere accompagnato da norme rigorosissime su incompatibilità e conflitto d'interessi".
Tuttavia, il Pdl si mostra favorevole e alza la posta in gioco con l’elezione a suffragio universale per il presidente della Repubblica, conquistando  poteri reali : “E' la vera svolta democratica del Paese”, conclude.
La Cancellieri avalla le riforme e  dichiara : “Faremo tutto quello che dobbiamo fare per non fermare il ddl. Poi naturalmente , se sono stati commessi degli errori, vi porremo riparo”.
Polemico è il Movimento con il suo capogruppo al Senato, Crimi ironizza strumentalizzando la preoccupazione della  disoccupazione italiana e le urgenze del Paese : “Ogni mattina un italiano disoccupato, un esodato, un invalido al quale hanno tagliato i fondi,  un precario, uno studente universitario e tanti altri italiani si svegliano con una cosa in comune, con un chiodo fisso in testa, con quel problema che gli rende difficile dormire la notte, quel pensiero che lo accompagnerà per tutta la giornata e fino alla fine del mese: bicameralismo perfetto o una sola Camera?”.

 

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©