Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Disattese le attese degli studenti

Napolitano promulga la legge Gelmini sull'università


Napolitano promulga la legge Gelmini sull'università
30/12/2010, 17:12

ROMA - Come era previsto, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha firmato e quindi promulgato la legge Gelmini con estrema rapidità, come richiesto dal Presidente del Consiglio SIlvio Berlusconi che voleva l'approvazione della legge entro fine anno. A nulla è servito l'incontro con gli studenti, che avevano sollevato le loro numerose perplessità sul contenuto della legge. Nè è servito il fatto che la legge contenga in sè un grave errore: in un articolo viene modificata una certa legge; in un articolo successivo la stessa legge viene cancellata. Su questo, Napolitano si è limitato a mandare un messaggio a Berlusconi, chiedendo che si impegni a correggere, con successive leggi, "alcune criticità" contenute nella legge.
Una lettera che si può definire di prassi, per cui è arrivata a stretto giro di posta una risposta altrettanto di prassi da parte del Ministro della Pubblica Istruzione Maria Stella Gelmini: "Terremo conto delle osservazioni del Presidente della Repubblica"

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©