Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Napolitano riceve Hu Jintao, ma non parla delle stragi in Cina


Napolitano riceve Hu Jintao, ma non parla delle stragi in Cina
06/07/2009, 12:07

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha ricevuto oggi il suo omologo cinese Hu Jintao, arrivato in Italia per partecipare al G8. Dopo l'incontro, il Presidente - parlando alla stampa - ha detto di aver voluto parlare anche dei diritti umani: "Abbiamo concordato che lo stesso sviluppo e il progresso economico e sociale in Cina pongono nuove esigenze in materia di diritti umani, una questione che l'Italia intende affrontare nel massimo rispetto delle ragioni cinesi". Naturalmente, fedele al ruolo che si è scelto, di non parlare mai di argomenti seri, non ha minimamente parlato della strage commessa questa mattina in Cina, dove almeno 140 persone sono state uccise da forze paramilitari del governo cinese.
Nel frattempo, per evitare la diffusione di notizie sulla strage, tutto lo Xinjiang - la regione della Cina dove stanno avvenendo le proteste e la strage - è stato privato di Internet. In nessun caso così sarà possibile per i locali mettere a conoscenza del mondo quello che sta succedendo e soprattutto quello che succederà.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©