Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Deputati e senatori del M5S annunciano battaglia

Napolitano: richiesta impeachment archiviata

28 voti a favore e otto contrari del M5Stelle

Napolitano: richiesta  impeachment archiviata
11/02/2014, 13:11

ROMA -  Con 28 voti a favore e otto contrari del M5Stelle, il comitato parlamentare per la messa in stato d'accusa ha approvato l'archiviazione dell'impeachment nei confronti del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Durante la dichiarazione di voto, i Democratici di sinistra, hanno accusato i 5 Stelle "per la strumentalità'' della richiesta. ''Tanto più che si è tentato di sfruttare un organo di garanzia posto a tutela del sistema democratico". E lo si è fatto, secondo Rossomando, "per fare campagna elettorale con mezzi maldestri".

Dopo l'archiviazione, deputati e senatori del M5S hanno annunciato battaglia: ''Hanno vinto i patti e i ricatti dopo una notte di incontri al Quirinale. Ma non finisce qui. Raccoglieremo le firme in Parlamento per chiedere che il caso Napolitano venga portato in Aula in seduta congiunta''. Dopo le ultime rivelazioni, hanno continuato, ''appare più che evidente che le denunce del MoVimento, tradotte nella richiesta di messa in stato d'accusa, sono tutt'altro che prive di fondamento. Insomma 'Re Giorgio' è nudo''.

Al termine della deliberazione del Comitato, il presidente dell'organo parlamentare, Ignazio La Russa, ha spiegato: "Trasmetterò il risultato delle deliberazioni del Comitato ai presidenti di Senato e Camera e, nei prossimi dieci giorni, come prevede il regolamento, prima che diventi definitiva l'archiviazione, i parlamentari avranno la possibilità di “impugnare la decisione, presentando una richiesta formale sostenuta dal 25% di senatori e deputati".

Il “non luogo a procedere” esclude l'ipotesi di un'audizione del capo dello Stato. "Avremmo esaminato la richiesta di convocare il presidente Napolitano, se non fosse intervenuto il voto sull'archiviazione. Di conseguenza non abbiamo dovuto sobbarcarci il compito di un esame sulla liceità di questa richiesta, proprio perché – ha concluso  La Russa- è intervenuta l'archiviazione che di fatto impedisce l'apertura di ulteriori indagini".

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©