Politica / Politica

Commenta Stampa

Le dichiarazioni del Capo dello Stato

Napolitano: “Tra priorità intervento pubblico e privato per la ricerca”

Il monito: salvaguardare sistema sanitario con razionalità

Napolitano: “Tra priorità intervento pubblico e privato per la ricerca”
09/11/2012, 16:00

ROMA –  Intervento pubblico e privato per la ricerca. Ecco cosa bisogna inserire tra le priorità per il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Un tasto su cui, come lui stesso dichiara, ha sempre battuto: “Fin dall'inizio del settennato – ha detto il Capo dello Stato – ho insistito molto sulla necessità di non far mancare i fondi necessari, pubblici e privati, alla ricerca in tutti i suoi settori. Un tasto su cui ho spesso battuto. Spero che il messaggio sia stato raccolto, anche attraverso le decisioni del governo e le iniziative di cui ci ha parlato il ministro Balduzzi”.

Non vanno sottovalutati, inoltre, per Napolitano i progressi che di volta in volta si fanno nel settore: “E’ importantissimo prendere in considerazione le evoluzioni della ricerca ed in particolare di quella sul cancro, così come è importante la collaborazione internazionale”

E il commento sulla ricerca, porta il Capo dello Stato a soffermarsi anche sulla migrazione dei <talenti>: “ Quanto alla fuga di cervelli, un problema con il quale l'Italia è alle prese da tempo, ci preoccupa ma al tempo stesso siamo onorati di avere eccellenti ricercatori italiani anche fuori del nostro Paese”.

Nel complesso Napolitano appare ottimista, e a chi gli fa notare che investire in un momento di crisi può risultare complicato risponde così: “La salvaguardia del servizio sanitario nazionale è compatibile anche in prospettiva" con la riduzione della spesa pubblica, a patto però che ci sia la ricerca di soluzioni razionalizzatrici ed innovative”.

Giorgio Napolitano, poi, invita anche a guardarsi da atteggiamenti puramente conservativi e difensivi.  

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©