Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Il Capo dello Stato:"i giornalisti parlino del reale"

Napolitano:"Il mio potere non è stritolato nella mischia"


Napolitano:'Il mio potere non è stritolato nella mischia'
11/11/2010, 13:11

Quello del Presidente della Repubblica è "un potere che un tempo veniva definito come un potere neutro, che non e' stritolato nella mischia". Così Giorgio Napolitano, in riferimento alle prerogative del Capo dello Stato, durante la sua visita al quotidiano "Il Mattino di Padova". All'inquilino del Quirinale, ha poi continuato Napolitano:"si riconosce la funzione di rappresentante dell'unita' nazionale e di custode dei valori della Costituzione"; I cui principi fondamentali, "non sono oggi in discussione".
Il presidente ha infatti precisato che "anche se ci sono polemiche su come modificare la Costituzione, i principi e i valori di base nessuno osa metterli in discussione".
"Semmai - ha obiettato - in discussione da tempo e' il quadro istituzionale".

Napolitano passa poi al mondo del giornalismo, spronando chi lavora in un settore sempre più difficile ed a volte claudicante a "stare sulla realtà"; dato che "Le responsabilita' dell'informazione tante e tutte molto importanti. Ci sono le idee, e poi ci sono anche le chiacchiere. Per questo bisogna stare sulla realta'. Per esempio, da quanto tempo non leggiamo un'inchiesta sul dissesto idrogeologico? Forse dobbiamo risalire all'alluvione del 1966. Credo che il giornalismo di inchiesta sia importante per stare sulla realta' e segnalare i problemi".
Ma in un paese sempre meno interessato alla sostanza e sempre più ossessionato alla frivolezza della forma, che successo potrebbe riscontrare una valida inchiesta sul dissesto idrogeologico? O sulle infiltrazioni mafiose all'interno delle istituzioni pubbliche? In un paese, in un mondo che ha sempre meno tempo di fermarsi a riflettere poichè troppo intento a produrre e consumare, come si può pensare che ci possano essere argomenti più letti del gossip e del mero inciucio erotico-politico?

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©