Politica / Regione

Commenta Stampa

Nappi sull'incursione dei disoccupati al convegno formez


Nappi sull'incursione dei disoccupati al convegno formez
27/07/2011, 17:07

“Oggi i soliti <professionisti> hanno scritto un'altra brutta pagina di prevaricazione e violenza. Bloccare lo svolgimento di un dibattito pubblico con relatori nazionali sul tema del miglioramento del mercato del lavoro, per continuare a pretendere un posto pubblico senza concorso e per chiamata diretta, rappresenta un’ offesa a tutti quelli che, con dignità, lavorano o cercano un impiego senza se e senza ma. Io ho scelto, sin dal primo giorno, di guardare ai bisogni e alle necessità di questi, prima di ogni altro. Ed è per questo che, in un anno, abbiamo messo in campo strumenti nuovi ed efficaci, a partire da “Campania al Lavoro!”.

Così l’assessore al Lavoro della Regione Campania Severino Nappi in relazione all’irruzione dei disoccupati al convegno del Formez sulla gestione dei servizi per il lavoro.

“E’ paradossale che, nel momento in cui si inizia a guardare alla Campania come laboratorio positivo che sta costruendo, insieme alle parti sociali, risultati e nuove regole per sostenere chi ha perso il proprio lavoro attraverso un percorso di formazione finalizzata alle effettive esigenze del sistema produttivo (definito con le associazioni datoriali), la pretesa violenta e cieca di pochi debba distogliere l'attenzione e l'impegno sul tema vero che la nostra comunità ci chiede: creare le condizioni perché la Campania possa garantire ai propri giovani, alle proprie donne, ai disoccupati e agli espulsi dal sistema produttivo le condizioni per un futuro vero.

“Con il <Piano Lavoro>, questa Giunta ha colmato un vuoto decennale dovuto alla colpevole inerzia di chi ci ha preceduti. Stiamo facendo cose serie con trasparenza, ottenendo - come sta accadendo - risultati molto importanti (oltre 9000 lavoratori coinvolti) sia pure in una situazione di grande crisi”, conclude Nappi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©