Politica / Napoli

Commenta Stampa

Narducci risponde a Rinaldi: "agito secondo dovere, da lui solo falsità"


Narducci risponde a Rinaldi: 'agito secondo dovere, da lui solo falsità'
14/09/2011, 17:09

“Proprio prima dell'estate e proprio in seguito alla sollecitazione ricevuta tra gli altri anche dal consigliere Rinaldi, ho avviato l'attività di accertamento presso l'ufficio comunale competente, cioè il Servizio Gare e contratti, in ordine alla ditta Ibi S.pa e sto aspettando la risposta in merito. Dunque non capisco di cosa mi si accusi. Detto questo, posso dire con assoluta tranquillita di aver fatto il mio dovere di assessore preposto alla materia, e di essermi comportato in modo contrario a quanto sostenuto falsamente da Rinaldi. La giunta de Magistris, di cui faccio parte, continua e continuerà ad avere la propria stella polare nella legalità e nel contrasto alle mafie. Per quanto riguarda la seconda accusa, voglio chiarire che ho ricevuto gli ambulanti e padre Zanotelli in assenza del sindaco, rimandando la questione da loro sottopostami ad un prossimo incontro con il sindaco stesso. A seguito di questo, infatti, è stata sospesa la loro protesta in attesa dell'incontro, tanto che sui giornali odierni non trovo, da parte di nessuno, voce critica in merito al mio comportamento, come invece sostiente Rinaldi. Da tempo viene insinuato, però, il dubbio che dietro l'ordinanza di piazza Garibaldi ci sia la volontà di tutelare gli interessi di Grandi stazioni, società che realizza le opere nella stessa piazza. Una accusa inaccettabile per una Giunta, come è quella di cui faccio parte, che sta cercando di lavorare solo nell' interesse della città e non può tollerare, quindi, insinuazioni di tale natura, come ribadito ieri agli ambulanti. Chiedo, dunque, al consigliere Rinaldi, che attacca incessantemente la Giunta, se faccia parte della maggioranza o stia valutando di fare ingresso nell'opposizione?”. Lo afferma in una nota Pino Narducci, assessore alla Sicurezza, alla legalità e ai diritti del Comune di Napoli.


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©