Politica / Parlamento

Commenta Stampa

NO A UDC E DESTRA, ECCO LA LINEA DEL PDL


NO A UDC E DESTRA, ECCO LA LINEA DEL PDL
05/09/2008, 13:09

Per ora nessuna alleanza tra ex alleati. Silvio Berlusconi chiude le porte all’Udc. "Adesso pensiamo a noi. A far nascere e crescere il Pdl. Poi vedremo”. Tre ore e mezza di riunione a via del Plebiscito, presente lo stato maggiore di Fi e di An. Sull’allargamento del nuovo partito, dunque, nessuna novità. A livello locale, invece, nessuna preclusione ad accordi vari, come in Sicilia e in Friuli. E la curiosità, per analisti e “spettatori” della Campania, non può che aumentare in vista delle elezioni regionali. Il ministro della Difesa Ignazio La Russa è intanto alle prese con lo scontro fratricida con Maroni, complice la questione Napoli-Manganelli. Ma AN, tornando agli ex amici dell'Udc, è stata chiara. Sul piano nazionale “nessuna alleanza né con l'Udc né tanto meno con la Destra. La politica dei due forni di Casini non si può accettare",  sottolinea Ronchi, che garantisce "assoluta convergenza" di opinioni su questo punto tra le due delegazioni e Berlusconi.

 

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©