Politica / Regione

Commenta Stampa

Nocciolo, nasce talvolo di concertazione


Nocciolo, nasce talvolo di concertazione
03/07/2009, 18:07

L’assessore all’Agricoltura della Regione Campania Gianfranco Nappi ha incontrato i sindaci dell’Area del Baianese e del Vallo di Lauro in provincia di Avellino e l’associazione dei comuni “Terre antiche del nocciolo” per affrontare le problematiche legate alla valorizzazione e al promozione del prodotto.

L’area concorre per il 40% alla produzione regionale del comparto. Si tratta dunque di un prodotto che è fattore decisivo della crescita economica del territorio, su cui la Regione ha deciso di investire, inserendo lo sviluppo del settore corilicolo all’interno del Piano di valorizzazione dell’Area Nolana.

Al termine dell’incontro, è stato deciso di istituire un Tavolo tecnico con sede a Sperone, coordinato dal sindaco del comune, con l’obiettivo di promuovere la cultura del nocciolo. L’assessore Nappi ha promesso al Tavolo il supporto e l’assistenza necessaria per la commercializzazione del prodotto sui mercati internazionali e mondiali.

“Il nocciolo – ha detto l’assessore Nappi – rappresenta una delle produzioni più importanti della Campania. Nell’area di cerniera tra Napoli ed Avellino rappresenta addirittura la principale fonte di reddito per tante famiglie. Perciò intendiamo investire decisamente su esso, soprattutto per migliorarne ulteriormente la qualità per poter concorrere sui mercati mondiali con i competitor stranieri, a partire dalla Turchia.

“La nostra iniziativa si muove in linea con la proposta del ministro Zaia di predisporre un piano nazionale di rilancio del settore corilicolo. La Regione Campania offrirà il proprio contributo a quel tavolo, più volte da noi sollecitato, auspicando che si tratti di un impegno concretamente proteso a fare della nocciolicultura una scelta di campo centrale della politica agricola del Paese e dell’Unione Europea”, ha concluso Nappi.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©