Politica / Politica

Commenta Stampa

Nomadi, Santori: Dopo via Salviati ripristinare legalità in tutta Roma


Nomadi, Santori: Dopo via Salviati ripristinare legalità in tutta Roma
12/09/2013, 14:28

ROMA - “Dopo le numerose segnalazioni che abbiamo inviato per sollecitare le istituzioni, con lo sgombero odierno del campo nomadi abusivo di Via Salviati, sembra sia stata finalmente ripristinata la legalità nel quadrante di Tor Cervara, zona che maggiormente ha subito le conseguenze di una gestione fuori controllo del problema nomadi, a seguito del violento abbandono del campo autorizzato di Castel Romano”, così dichiara Fabrizio Santori, consigliere regionale e già Presidente della Commissione Sicurezza di Roma Capitale.
“Il passo successivo dovrà essere quello di vigilare costantemente il rispetto di questo provvedimento di sgombero e, allo stesso tempo, l’impegno concreto a ripristinare la legalità anche in altre zone attualmente sotto assedio. Il messaggio che non deve dar adito ad interpretazioni è che non deve prevalere la legge del più forte e che nessuna rivendicazione deve essere garantita a chi non rispetta la legge e le elementari norme del vivere comune. Altre realtà della periferia romana, da Magliana a Togliatti, passando per Corviale e Prenestino, attendono interventi tangibili da parte dell’Amministrazione comunale e del Prefetto”, prosegue Santori. “E’ curioso come con Marino sindaco, nel nuovo vocabolario della sinistra, gli stanziamenti abusivi si definiscono informali, un elemento preoccupante questo di come le Istituzioni vogliano fare un passo indietro nella lotta al sistema nomadi e agli accampamenti abusivi di cui è oramai invasa questa città”, conclude Santori. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©