Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Il provvedimento è in via di approvazione al Senato

Nuovo Codice della Strada: presi di mira i neopatentati


Nuovo Codice della Strada: presi di mira i neopatentati
06/05/2010, 09:05

ROMA - Ormai è in linea di arrivo in Senato il nuovo Codice della Strada, che promette diverse novità. Innanzitutto ci saranno nuove norme per quanto riguarda alcool e droga. Al momento di prendere la patente, ci si dovrà sottoporre ad un test antidroga, che dovrà risultare negativo. E nei successivi tre anni non si potrà mai bere alcool, pena una multa da 155 a 624 euro. I controlli anti-alcool e antidroga dovranno essere fatti anche sui conducenti di autobus; e se risultassero positivi, questo sarà un motivo per un "licenziamento per giusta causa". Si incentiveranno ristoranti e locali ad acquistare etilometri portatili, per permettere ai clienti di sapere se possono guidare o meno. Infine verranno messi nuovi limiti di orario per la vendita di alcooloci: non si potranno vendere superalcolici dopo le 22 negli autogrill, nè birra o vino dopo le 2 di notte; nessun locale potrà vendere alcolici dopo le 3. Le multe possono superare i 10 mila euro e se un locale venisse multato due volte in due anni, la licenza verrà sospesa per 30 giorni.
Il limite di velocità in autostrada resta a 130; verrà portato a 150 solo nei tratti a tre corsie, con tutor e condizioni di tempo ottimali. Modifica per la legge sulle minicar: obbligo di cinture, divieto di guida se si ha la patente sospesa; multe fino a 1500 euro per il meccanico che "trucca" una minicar e per il proprietario della stessa.
E' poi previsto un apposito minicasco per gli under 14 che vanno in bicicletta ed un apposito seggiolino per i casi di un adulto che trasporti sulla bicicletta un bambino con meno di 12 anni di età. Per coloro che fanno collezione di multe, è prevista la possibilità di una rateizzazione dei pagamenti, se le multe superano i 200 euro e il proprio reddito è inferiore ai 15 mila euro. La curiosità della legge è che si crea la figura del "conduttore di sidecar a noleggio".
Invece è stata cancellata una norma che aveva fatto molto discutere, che stabiliva l'impunità per gli autisti delle auto blu.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©