Politica / Regione

Commenta Stampa

Da novembre rivoluzione nel comune vesuviano

Nuovo piano traffico per San Giorgio


Nuovo piano traffico per San Giorgio
27/10/2009, 21:10

SAN GIORGIO A CREMANO - Nuono piano traffico nel comune di San Giorgio a Cremano.
Dopo la sfortunata e contestata prova di Torre del Greco, anche il comune sangiorgese rivoluziona la circolazione stradale.
In occasione della commemorazione dei defunti, l’Amministrazione Comunale ha predisposto un nuovo piano per regolare i flussi di traffico e le sosta veicolare presso i cimiteri di San Giorgio a Cremano e Portici.
Il provvedimento dovrebbe (si spera) facilitare l’afflusso dei cittadini ai camposanti e garantirà maggiore sicurezza ai pedoni.
L’ordinanza stabilisce per i giorni 31/10/2009 dalle ore 7:00 alle ore 15:00, 01/11/2009 dalle ore 7:00 alle ore 18:00 e 02/11/2009 dalle ore 7:00 alle ore 14:00: il divieto di transito, sosta e fermata con rimozione a tutte le categorie di veicoli in via San Giorgio Vecchio, nel tratto compreso tra via Aldo Moro e via Ferdinando Russo, quest’ultima tutta ricompressa; il senso unico di marcia in via Aldo Moro dall’intersezione della stessa con le vie San Giorgio Vecchio e via Farina e secondo tale senso di circolazione; il senso unico di marcia in via Alveo Farina, direzione via cimitero-Portici.
Il personale della Polizia Municipale e delle altre forze di Polizia saranno incaricati della vigilanza per la corretta osservanza delle regole.
In caso di inosservanza delle suddette applicazioni i trasgressori dovranno rispondere anche delle eventuali spese per la rimozione forzata e custodia, oltre alla prevista sanzione amministrativa.
Il cambiamento veicolare arriva anche dopo i lavori al cimitero di San Giorgio, iniziati la scorsa settimana e che si concluderanno entro sabato 31 ottobre.
I cittadini già tremano, vista la situazione creatasi nella vicina Torre del greco dove il cambiamento è stato mal digerito dalla cittadinanaza è ha creato non poco scompiglio.
 

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©