Politica / Parlamento

Commenta Stampa

NUOVO PSI, UN CONFRONTO PER LA CAMPANIA, L'EMERGENZA RIFIUTI NON E' FINITA


NUOVO PSI, UN CONFRONTO PER LA CAMPANIA, L'EMERGENZA RIFIUTI NON E' FINITA
18/07/2008, 09:07

Appuntamento per il Nuovo Psi tra associazionismo, società civile e politica: l’altro centrodestra a confronto.
E’ questo il tema del convegno che ha visto protagonisti, ieri, gli uomini del nuovo Psi e dell’Mpa, all’hotel Ramada di Napoli, pronti a dare vita a una sorta di partito unico, per sviluppare una nuova realtà politica, un’altra opposizione.
Alla presenza, tra gli altri, di Salvatore Ronghi, vice presidente del consiglio regionale della Campania, e di Enzo Scotti, Sottosegretario di Stato, si è parlato dei temi cruciali della politica moderna tra cui la finanziaria, ritenuta poco attenta ai problemi del mezzogiorno, e l’emergenza rifiuti, una crisi ancora in piedi, nonostante le parole del premier.
Un punto su cui riflettere, è stato, inoltre, la difficoltà dei cittadini a comprendere l’appoggio del Governo nazionale a Bassolino, prima tanto bersagliato e ritenuto colpevole dei mali della Campania.
Secondo Massimo Grimaldi, presidente del Nuovo Psi della Regione Campania, “dopo aver superato l’emergenza rifiuti grazie a Berlusconi, Bassolino ha assunto la tracotanza del Vicerè”. Tornando sull'emergenza rifiuti, i cittadini della Regione non sono particolarmente convinti che sia finita.

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©