Politica / Regione

Commenta Stampa

Regionali, Campania: "Caldoro è la persona giusta"

Obiettivo Sud, Alemanno: Realizzare un asse Roma-Napoli


.

Obiettivo Sud, Alemanno: Realizzare un asse Roma-Napoli
26/01/2010, 11:01

NAPOLI - Intervenuto a un incontro sul tema del Mezzogiorno, a Napoli, presso l'hotel Excelsior, il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, in qualità di presidente della Fondazione Nuova Italia, ha espresso l'auspicio di dar vita a un asse tra Roma e Napoli, non solo sulle infrastrutture come la Tav, ma anche sui grandi eventi, a partire dalle Olimpiadi del 2020, per le quali Roma ha presentato la propria candidatura. "Un primo livello di coinvolgimento - ha spiegato il primo cittadino a proposito dei giochi olimpici - riguarderà gli stadi di tutta Italia, che dovranno ospitare le partite di calcio. Dobbiamo riflettere, inoltre, su dove portare gli sport legati al mare. Da questo punto di vista - ha precisato - c'è un confronto aperto e bisognerà fare una scelta di prospettiva. Deciderà il Coni, dopo che avrà scelto tra Roma e Venezia". Alemanno ha indicato poi nella fiscalità di vantaggio uno strumento utile per sopperire allo "svantaggio strutturale delle imprese e per il rilancio del Sud con il completamento della riforma federalista". "Roma - ha spiegato il sindaco della Capitale - ha interesse ad uno sviluppo paritario per evitare che ci sia uno sbilanciamento verso il Nord e a collaborare con tutte le realtà meridionali, a partire dalle Olimpiadi e su altri grandi eventi, all'insegna del gioco di squadra".
Il primo cittadino Alemanno ha inoltre espresso il proprio sostegno alla candidatura del Pdl alle regionali in Campania, dicendo: "Stefano Caldoro è il candidato per il quale mi sono battuto sin dall'inizio ed è la persona adatta per voltare pagina in Campania". "E' una persona onesta - ha proseguito - capace e pragmatica, l'esatto contrario di ciò che ha rappresentato Bassolino". Quanto ad una possibile alleanza con l'Udc Alemanno ha dichiarato: "Abbiamo criticato a livello nazionale la politica dei due forni - ha osservato - ma a livello locale penso che i candidati debbano avere la possibilità di fare le scelte più ampie. Il modello Lazio - ha concluso - si può estendere anche ad altre regioni."

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©