Politica / Napoli

Commenta Stampa

Picchetto dei dipendenti per salvare il lavoro

Occupazione per salvare il mercato ittico

Al posto del pesce, forse una moschea

.

Occupazione per salvare il mercato ittico
30/10/2012, 14:06

NAPOLI - Costretti a picchettare la sede del mercato ittico napoletano i lavoratori del settore che insieme al presidente Maraucci  si oppongono a che la sede storica del mercato del pesce venga spostata in una sorta di ex ospedale a Volla trasformato per l’occasione in una molto inverosimile struttura che dovrà accogliere i prodotti del mare. Al posto del mercato che da 200 anni rappresenta una delle eccellenze di Napoli, il sindaco de Magistris pare voglia costruirvi una moschea. Indignazione da parte di tutti i lavoratori, un indotto che fa vivere oltre 500 famiglie che dall’oggi al domani si vedono buttate per strade. La proposta del presidente Maraucci è che il sindaco riconsideri lo spostamento e lasci ai dipendenti la gestione della struttura, o al massimo un anno di proroga per individuare un altro luogo idonea all’allestimento del mercato.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©