ESCLUSIVA TIFOSI SU JULIE: Ecco come sarà il San Paolo dopo i lavori per le Universiadi.

Politica / Politica

Commenta Stampa

Ma il quesito è volutamente manipolativo

Oggi i grillini decidono su Rousseau se autorizzare il processo a Salvini


Oggi i grillini decidono su Rousseau se autorizzare il processo a Salvini
18/02/2019, 09:01

Oggi va in porto l'ennesima sceneggiata del Movimento 5 Stelle, con gli iscritti al partito che dovranno votare se i parlamentari dovranno dare o meno l'autorizzazione a procedere contro il Ministro dell'Interno Matteo Salvini. Ma è una sceneggiata già dal quesito. Che è redatto in questi termini: "Il ritardo dello sbarco della nave Diciotti, per redistribuire i migranti nei vari paesi europei, è avvenuto per la tutela di un interesse dello Stato?
- Sì, quindi si nega l'autorizzazione a procedere
- No, quindi si concede l'autorizzazione a procedere". 

A parte gli errori marchiani (il problema non è il ritardo, ma il sequestro dei 177 migranti, che in altra parte del quesito vengono ridotti a "137 migranti"; e altre cose), c'è un rovesciamento del voto: bisogna votare sì per dire no al processo; votare no per dire sì al processo. Persino Beppe Grillo hasottolineato questo fatto come un errore. E sul blog delle stelle molti militanti hanno protestato per questa formulazione. 

Ma il problema è di base: che affidabilità dà votare su una piattaforma privata senza alcun controllo? Chi impedirebbe a Casaleggio, in caso di risposta contraria alla propria volontà di annunciare un risultato diverso? Dopo tutto, solo Casaleggio e pochi altri hanno accesso ai dati reali del vvoto. Per il resto finora gli iscritti si sono sempre fidati delle parole di Casaleggio

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©