Politica / Politica

Commenta Stampa

Si punterebbe ad evitare le primarie immediate

Oggi la direzione del Pd sulle dimissioni di Renzi


Oggi la direzione del Pd sulle dimissioni di Renzi
12/03/2018, 09:14

ROMA - Oggi pomeriggio la direzione del Pd dovrebbe prendere atto della lettera di dimissioni da segretario scritta da Matteo Renzi all'indomani della sconfitta elettorale e decidere quindi quale percorso prendere per il futuro. Per ora, i rumors indicano che non c'è l'intenzione di andare immediatamente a nuove primarie. Quindi si punterebbe alla nomina tra un mese, all'assemblea, di un segretario scelto unitariamente che traghetti il partito fino alle primarie nel 2019 o addirittura nel 2021. I nomi in ballo sono molti, ma per ora la reggenza verrà probabilmente affidato a Maurizio Martina. Il tutto, in vista delle consultazioni con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per la scelta del governo. Consultazioni dove il Pd si presentra con una voce di maggioranza che vuole stare all'opposizione; e una voce di minoranza, guidata dal governatore della Puglia Michele Emiliano, che invece spinge per votare a favore di un governo guidato dal Movimento 5 Stelle. 

Il tutto, sempre con la "minaccia", di cui si parla da mesi, di un Matteo Renzi che esce dal Pd per fondare un proprio partito, imitando quello che ha fatto in Francia Macron. Un partito che, secondo gli esperti ppotrebbe avere un consenso dal 7 al 10%. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©