Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Ma restano i dubbi sull'impatto che avrà sugli italiani

Ok per la manovra fiscale italiana da Barroso e S&P


Ok per la manovra fiscale italiana da Barroso e S&P
26/05/2010, 15:05

PARIGI - Primi apprezzamenti internazionali per la manovra economica varata dall'Italia. Arrivano dal Presidente della Commissione Europea, Manuel Barroso, che ha affermato che, pur riservandosi una valutazione più attenta, gli sembra una manovra che va nella giusta direzione.
Stesso apprezzamento da parte di Standard & Poor's, che sostiene che questa manovra consentirà all'Italia di mantenere il suo rating (è valutata A+) e il suo outlook (prospettive stabili, per l'immediato futuro.
Non c'è da stupirsene, ovviamente. Per gli economisti neoliberisti qualsiasi taglio del welfare va sempre bene; più è un taglio profondo, meglio è. Piuttosto incuriosisce l'ok di S&P. E' noto che le agenzie di rating, negli ultimi tempi, stanno facendo di tutto per indebolire l'euro rispetto al dollaro, avendo concordato questa azione col governo USA. Se applaudono alla manovra, vuol dire che hanno calcolato che questa nel breve o nel medio periodo, indebolirà l'euro. Evidentemente hanno valutato l'ipotesi che i tanti tagli ai salari dei dipendenti pubblici e alle pensioni, uniti ai tanti condoni che favoriscono l'evasione fiscale, indeboliscano il sistema economico italiano, bloccando ulteriormente la cosiddetta ripresa.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©