Politica / Regione

Commenta Stampa

Berlusconi: "Sei tu il candidato, vinceremo"

Ok per Lettieri, già a lavoro da primo cittadino

Il candidato del Pdl: "Stupirò chi parla male di Napoli"

.

Ok per Lettieri, già a lavoro da primo cittadino
11/03/2011, 13:03

NAPOLI – “Voglio intorno a me giovani e donne motivate, imprenditori, politici e uomini di cultura che amano la città”. Ha esordito così Gianni Lettieri, 54 anni, imprenditore ed ex numero uno degli industriali di Napoli, che ricevuta la stima e l’approvazione totale del premier: “Sei tu il candidato, vinceremo”, si appresta a cambiare il volto del capoluogo partenopeo.
Dopo una lunga, una lunghissima attesa, è infatti arrivato l’ok nella notte. “Sono stato chiamato da Berlusconi, e a lui e ai dirigenti del partito voglio rinnovare i miei ringraziamenti: mi offrono un’opportunità che considero anche una grandissima responsabilità”, ha sottolineato Lettieri che poi aggiunge: “Bisogna coinvolgere tutte le forze sane della città. Durante la mia presidenza agli industriali, c’è stata grande attenzione per il territorio e per il sociale. Un’impresa per sopravvivere deve necessariamente stare in un tessuto sano”.
Quanto poi al programma della prossima campagna elettorale, il nuovo candidato a sindaco del Pdl, annuncia: “Farò l’elenco di tutte le cose essenziali da fare nei primi cento giorni. Subito dopo un elenco dei progetti a medio termine. Tutti sul web, potranno leggere i punti di attuazione del programma e potranno aggiungere suggerimenti. Un progetto, che dovrà stupire, quanti hanno preso l’abitudine di parlare male di Napoli”. Significativo, infine, l’incontro nella sede della Curia arcivescovile, con il cardinale Crescenzio Sepe, che lo ha esortato, in caso di successo, a prestare maggiore attenzione verso i meno abbienti e i tanti disoccupati che affollano le strade della città.

Commenta Stampa
di Dario Palladino
Riproduzione riservata ©