Politica / Regione

Commenta Stampa

Olivierp (PSE): "Sanità, colpo mortale alla Provincia di Caserta"


Olivierp (PSE): 'Sanità, colpo mortale alla Provincia di Caserta'
21/01/2013, 14:11

Una nuova mobilitazione pubblica sullo stato di salute della Sanità della Provincia di Caserta, ad annunciarla il capogruppo del Pse, Gennaro Oliviero, auspicando il sostegno dei sindacati di categoria.

Chiesta la convocazione straordinario di un Consiglio Regionale ad hoc, sotto la lente di Gennaro Oliviero, il Decreto numero 6 del 14 gennaio 2013, a firma del Commissario alla Sanità, On.le Stefano Caldoro, in merito alla riorganizzazione delle Aziende Sanitarie della Regione Campania.

 

GENNARO OLIVIERO (PSE) « Sanità, colpo mortale alla Provincia di Caserta.  Convocazione di un Consiglio Regionale straordinario, per una nuova mobilitazione pubblica a sostegno della salute dei nostri concittadini » 

"Un decreto da considerarsi inattuabile, mina profondamente la possibilità ed il diritto fondamentale dei cittadini casertani ad avere un’assistenza sanitaria efficace e mette in seria discussione l’intero sistema ospedaliero casertano, già penalizzato fortemente sul rapporto spesa sanitaria e posti letto esistenti. La Sanità casertana potrà chiudere, non si è nelle condizioni oggettive di soddisfare il bisogno di cure su tutto il territorio: sulla vicenda abbiamo chiesto la convocazione straordinaria di un Consiglio Regionale ad hoc, auspicando una mobilitazione pubblica aperta al contributo prezioso delle organizzazioni sindacali e del mondo delle professioni del comparto Sanitario - afferma lapidario il capogruppo regionale del Pse, Gennaro Oliviero

Del resto, l’atto in questione, a firma del Commissario Caldoro, entra in maniera dirompente sulla riorganizzazione delle strutture sanitarie casertane, rappresenta un colpo mortale inferto all’intero comparto sanitario della Provincia di Caserta, un territorio che ora rischia più di tutti il venir meno dei presupposti minimi ed essenziali per garantire la salute dei nostri concittadini.  

La incapacità e l’inadempienza del governo regionale risponde, evidentemente, alla logica di distruggere il funzionamento e la qualità dell’Assistenza Sanitaria casertana, rischiano di essere mortificate le professionalità presenti, e si corre il serio rischio del mancato raggiungimento degli obiettivi minimi che l’Asl e le strutture sanitarie dovranno raggiungere, nascondendosi nel solito tormentone del rispetto dei vincoli del rientro - conclude il capogruppo regionale del Pse, Gennaro Oliviero.  

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©