Politica / Politica

Commenta Stampa

On. Patriciello a Tirana: conclusa la visita per la delegazione per i rapporti con l'Albania


On. Patriciello a Tirana: conclusa la visita per la delegazione per i rapporti con l'Albania
19/11/2013, 14:18

Conclusasi la visita istituzionale ed operativa a Tirana dell’On. Aldo Patriciello nell’ambito delle attività della Delegazione interparlamentare per i rapporti con l’Albania.
Dopo aver incontrato il Presidente del Consiglio Albanese On. Edi Rama, l’On Zef Bushati, leader del Partito Democristiano albanese ADK e il Presidente della Camera On. Ilir Meta, l’Eurodeputato ha incontrato S.E. Massimo Gainai, ambasciatore italiano a Tirana presso la residenza del diplomatico con cui ha affrontato la tematica inerente le prospettive di crescita commerciale per le aziende italiane nel paese balcanico. “Credo ci possano essere reali opportunità di lavoro e quindi di sviluppo per le nostre aziende – ha affermato Patriciello – in quanto l’Albania, una volta entrata in Europa, rientrerà nel sistema europeo di sviluppo e quindi potrà a sua volta avere nuove e migliori opportunità di crescita per ciò che concerne le risorse e il lavoro. Le aziende italiane, che devono adeguarsi ad un mercato comunitario, potranno altresì inserire l’Albania nell’elenco dei partner per le proprie attività”. L’On. Patriciello ha poi incontrato il Ministro per l’industria e l’energia Damian Gjiknuri.
Durante l’incontro con il ministro Gjiknuri affrontate le problematiche industriali ed energetiche dell’Albania e le possibili sinergie attivabili nell’ambito della commissione ITRE (Industria, Ricerca ed Energia) del Parlamento europeo di cui l’on Patriciello è membro.
L’ultimo incontro ha visto l’on Patriciello ospite del Nunzio Apostolico Moliner Iglesias, Ambasciatore della Santa Sede in Albania con il quale si é parlato dell’indispensabilità dell’ingresso dell’Albania in Unione Europea per la stabilizzazione dei Balcani.
La Santa sede, da osservatore permanente nell’Ue, auspica un’imminente svolta in tal senso per il popolo albanese.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©