Politica / Politica

Commenta Stampa

Onu, Italia dice si a Stato Palestina

Lo afferma una nota di Palazzo Chigi

Onu, Italia dice si a Stato Palestina
29/11/2012, 16:09

ROMA - La notizia arriva da una nota diffusa da Palazzo Chigi: “L'Italia ha deciso di dare il proprio sostegno alla Risoluzione che attribuisce alla Palestina lo status di Stato non membro Osservatore Permanente all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, in occasione della votazione all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite che avrà luogo fra qualche ora”. "Tale decisione”, prosegue la nota, “è parte integrante dell'impegno del Governo italiano volto a rilanciare il Processo di Pace con l'obiettivo di due Stati, quello israeliano e quello palestinese, che possano vivere fianco a fianco, in pace, sicurezza e mutuo riconoscimento. A questo fine, il Governo si è adoperato in favore della ripresa del dialogo e del negoziato, moltiplicando le occasioni di incontro con le parti coinvolte nel conflitto Medio-Orientale, in particolare da parte del Presidente del Consiglio, ricevendo conferma della loro volonta' di riavviare il negoziato di pace e giungere all'obiettivo dei due Stati”. La decisione italiana di sostenere la Risoluzione “è un incoraggiamento a proseguire sulla strada del dialogo e contro ogni estremismo”. “Il Presidente Monti”, annuncia la nota, “ha telefonato al Presidente Mahmoud Abbas e al Primo Ministro Benjamin Netanyahu per spiegare le motivazioni della decisione italiana. Nel dare sostegno alla Risoluzione, l'Italia, in coordinamento con altri partner europei, ha in parallelo chiesto al Presidente Abbas di accettare il riavvio immediato dei negoziati di pace senza precondizioni e di astenersi dall'utilizzare l'odierno voto dell'Assemblea Generale per ottenere l'accesso ad altre Agenzie Specializzate delle Nazioni Unite, per adire la Corte Penale Internazionale o per farne un uso retroattivo. A Netanyahu il Presidente, nel ribadire che questa decisione non implica  nessun allontanamento dalla forte e tradizionale amicizia nei confronti di Israele, ha garantito il fermo impegno italiano ad evitare qualsiasi strumentalizzazione che possa portare indebitamente Israele, che ha diritto a garantire la propria sicurezza, di fronte alla Corte Penale Internazionale". 

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©