Politica / Politica

Commenta Stampa

L’eurodeputato: “Invito Caldoro a visitare questo scheletro”

Ospedale del Mare, nuovo affondo di Rivellini


.

Ospedale del Mare, nuovo affondo di Rivellini
09/01/2012, 12:01

NAPOLI – Doveva essere l’opera edilizia sanitaria più grande del Sud Italia, stiamo parlando dell’Ospedale del Mare. La sua è una triste storia che, oggi, potrebbe essere riassunta raccontando di sprechi e ritardi. Progettata nel 2003, (la consegna sarebbe dovuta avvenire nel 2008) doveva essere realizzata grazie ad un accordo sottoscritto tra Regione, Comune di Napoli e la Asl Na1 che investì circa duecento milioni di euro. L’’altra metà dei soldi, invece, fu assicurata da un privato, un gruppo di società di costruzione con capofila l’Astaldi, partner la Giustino Costruzioni, la Coppola Costruzioni, Girardi Costruzioni,  Civili Industriali e la Siemens Spa.
Diversi intoppi nel corso degli anni si sono presentati, poi nel 2009 un contenzioso tra il un gruppo di società di costruzione e la Asl sui pagamenti generò una nuova fase di stallo. Seguirono inchieste della magistratura per ipotesi di falso e truffa a beneficio delle imprese concessionarie. Sin dall’inizio l’eurodeputato del Pdl e Presidente dell’Associazione Mezzogiorno di Fuoco, Enzo Rivellini  ha preso a cuore la vicenda sollecitando chi di dovere. Oggi, a poche settimane da nuove scadenze che riguardano l’Ospedale del Mare, scende ancora un volta in campo.

Nel video allegato l’intervista al l’eurodeputato del Pdl e Presidente dell’Associazione Mezzogiorno di Fuoco, Enzo Rivellini  e al commissario ad acta per realizzazione della struttura.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©