Politica / Politica

Commenta Stampa

Palermo, Ferrandelli e Mattaliano: "Incompatibile la nostra presenza nel gruppo IdV"


Palermo,  Ferrandelli e Mattaliano: 'Incompatibile la nostra presenza nel gruppo IdV'
13/02/2012, 16:02

"IdV: Fai quello che ti dico io, ma non fare quello che faccio io”. Ferrandelli e Mattaliano: "Incompatibile la nostra presenza nel gruppo IdV". Fabrizio Ferrandelli e Cesare Mattaliano lasciano il gruppo consiliare di Italia dei Valori.

“Apprendiamo della conferenza stampa che ha sancito l’ingresso del consigliere Paolo Caracausi nel gruppo consiliare IdV – dichiarano Ferrandelli e Mattaliano. Caracausi, consigliere in quota Pid, partito che ha sempre sostenuto Saverio Romano e Cammarata. Ormai è evidente la totale incoerenza della classe dirigente IdV, una dirigenza allo sbando, arrogante e che non ha per niente a cuore la città, preferendo di fatto gli accordi di convenienza e di potere”.

Ferrandelli e Mattaliano sono rimasti fino ad oggi nel gruppo consigliare di IdV in attesa della formale notifica di espulsione che non è mai arrivata.

“Non siamo più interessati – ribadiscono i consiglieri - a far parte di una realtà sempre più distante dai problemi reali della città. L’ingresso di uno dei componenti che ha sostenuto fino a qualche mese fa il ministro Romano e l'Amministrazione Cammarata, rende ancora più incompatibile la nostra permanenza. La dirigenza IdV che tacciava gli altri di alleanze allargate con le forze moderate e che impone accordi puristi a tutta la coalizione per il rischio di contaminazione del voto, ora si contamina nei fatti con persone che hanno sostenuto il governo cittadino. Altro che Terzo polo! Insomma per IdV qual è la morale? Fai quello che ti dico io, ma non fare quello che faccio io”.

La fuoriuscita dei due consiglieri comunali si aggiunge a quella dei due consiglieri dell’VIII circoscrizione, Nicola Macaione e Antonello Giudice che non si riconoscono più nel partito IdV.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©