Politica / Regione

Commenta Stampa

Palmieri: “Cassazione boccia Comune che gira la testa dall'altra parte”


Palmieri: “Cassazione boccia Comune che gira la testa dall'altra parte”
12/02/2011, 13:02

“Ignorare il Tar in attesa che si pronunci il Consiglio di Stato può essere deplorevole. Ignorare il Consiglio di Stato in attesa che si pronunci la Cassazione potrebbe esserlo ancor di più, ma ignorare la Cassazione è davvero troppo. Anche perché domani non si potrà certo ignorare la Corte dei Conti”. Così il capogruppo del Nuovo Psi al Consiglio comunale di Napoli Domenico Palmieri anuncinado un'interrogazione urgente, rinviando alla sentenza con la quale nei giorni scorsi la Corte di Cassazione ha confermato le ragioni del ricorso che alcuni dipendenti del Comune di Napoli avevano presentato al Tar nel 2004 avverso alla decisione dell’amministrazione di avvalersi dello scorrimento della graduatoria (approvata il primo dicembre del 1999) di un concorso interno bandito nel 1996 per la copertura di 5 posti di dirigente dell’area tecnica e tecnico manutentiva. (vedi: Tar Campania V sez., sent. n. 214/2004 – Consiglio di Stato sent. n. 128/2006 - )

“Si tratta di una vicenda sconcertante, tenuta sotto silenzio fino ad oggi (la sentenza della cassazione è del 2008, la n, 110824) e scandita da provvedimenti adottati e revocati dall’amministrazione comunale, da disinvolte assunzioni di dirigenti recuperati oltre soglia da una graduatoria che avrebbe dovuto essere chiusa da tempo e da ricorsi, vinti, che ipotizzavano motivazioni quali l’eccesso di potere, carenze istruttorie e diverse altre violazioni. Di cui ora qualcuno, anche in ordine ad eventuali danni erariali, dovrà pur rispondere”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©