Politica / Parlamento

Commenta Stampa

PALMIERI: RIMPASTO INUTILE


PALMIERI: RIMPASTO INUTILE
08/01/2009, 08:01

“Comprendo pienamente l’esigenza del sindaco di Napoli di assicurarsi quanto meno l’onore delle armi ma non credo, nonostante il rimpasto, che per metodo e merito semmai acutizza la grave necrosi istituzionale al Comune di Napoli, vi siano più le condizioni per andare avanti. Non c’è giorno che passi senza che l’inchiesta sugli appalti aggiunga nuovi e pesanti elementi di un contesto a dir poco inquietante.

La notizia dell’affidamento e poi la revoca dell’attività di riscossione delle multe alla Romeo, azienda sulla quale solo ora ci si interroga se rescindere o meno il contratto sulla fallimentare gestione del patrimonio immobiliare, somma un ulteriore condizione di preoccupazione.
Quanto al clima interno al partito che dovrebbe garantire la tenuta dell’intero sistema politico istituzionale del Comune, la circostanza per la quale il sindaco ha ritenuto e ritiene dover registrare il contenuto di riunioni politiche e istituzionali, vicenda che non attiene certo a prassi di un Paese normale, la dice tutta in termini di prospettiva.
Per ultimo, ma non certo in ordine di importanza, la decisione di procedere ad un rimpasto indicando prima i nomi degli assessori per affidare solo successivamente le deleghe. Di qui ad un legittimo dubbio sulla competenza di merito ab origine e sulla reale esistenza di un progetto di governo coerente, il passo è fulmineo. Assessori, intanto, attinti forse tra coloro che non potevano dire di no, anche per evidente appartenenza politica sulla quale si gioca ora il via libera in Consiglio, in un mondo universitario che si vuole ammantare di un’aurea di sacralità che forse aveva una trentina di anni fa.
Credo, insomma, che non vi siano dubbi sul fatto che se il sindaco avesse dato le dimissioni per tempo, ma può sempre rimediare, meglio sarebbe stato per l’istituzione, per i cittadini ed anche per lei”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©