Politica / Regione

Commenta Stampa

Paolo Romano: "incontro su problematiche operatori balneari litorale domitio"


Paolo Romano: 'incontro su problematiche operatori balneari litorale domitio'
01/07/2011, 10:07

La problematica relativa ai canoni delle concessioni demaniali previste a carico degli operatori balneari in Campania con particolare riferimento ai territori del litorale Domitio. E’ questo, in sostanza, il tema affrontato oggi in via prioritaria, nel corso di un incontro convocato dal Presidente del Consiglio regionale della Campania, Paolo Romano e svoltosi presso la Sala di Rappresentanza della sede consiliare, “Caduti di Nassyria”, al quale hanno preso parte, tra gli altri il Presidente della Provincia di Caserta, Domenico Zinzi, il sindaco di Castel Volturno (a rappresentare le questioni relative al litorale), Antonio Scalzone e il responsabile provinciale del Sib di Caserta (Sindacato Italiano Balneari), Marcello Giocondo.

“Abbiamo avviato oggi, su basi concertative nuove, - ha spiegato il presidente Romano – un percorso che si pone l’obiettivo di realizzare a breve un confronto proficuo tra tutti i soggetti che a vario titolo possono e devono contribuire a farsi carico di un problema reale e serio: l’incidenza del canone concessorio a carico di operatori costretti a svolgere la propria attività in un territorio gravato da condizioni ambientali e infrastrutturali a dir poco drammatiche. Penso alla Regione, al Demanio regionale, alle Autorità marittime, alla Provincia di Caserta, alle amministrazioni comunali costiere e alle rappresentanze di categoria dei balneari e di altre associazioni turistico-alberghiere”.

Nel corso della riunione è stata anche lanciata dal presidente Romano l’idea dell’istituzione, in una logica di contesto di più ampio respiro, di un Tavolo permanente di coordinamento regionale per affrontare complessivamente tutte le problematiche del litorale Domitio-Flegreo.

“Un tavolo, dunque, - ha spiegato il presidente Romano – che dia le linee di indirizzo per poter conseguire un livello sostenibile dell’imposizione concessoria agli operatori balneari, ma anche specifiche indicazioni volte alla tutela ambientale e alla valorizzazione turistica di un litorale che se da un lato, in termini di risorsa naturale, non è secondo a nessun’altro, dall’altro sconta problematiche assolutamente specifiche, emergenziali”.

“Sono convinto – ha concluso Romano – che, come accaduto per altre iniziative analoghe, l’istituzione di questo tavolo regionale contribuirà a far compiere quel cambio di passo in un settore particolarmente trainante per lo sviluppo e l’occupazione della nostra regione”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©