Politica / Regione

Commenta Stampa

Paolo Romano: "Iniziativa su problematica Genio Civile"


Paolo Romano: 'Iniziativa su problematica Genio Civile'
10/06/2011, 10:06

“Gli uffici del Genio Civile di Caserta potranno contare, già a breve, del personale necessario a smaltire in circa sei mesi l’arretrato fin qui accumulato per carenza di personale stesso”.

Lo ha annunciato il Presidente del Consiglio Regionale della Campania, Paolo Romano, al termine di una riunione tecnica svoltasi questo pomeriggio nella sede dell’assemblea legislativa campana al Centro Direzionale di Napoli, cui hanno preso parte l’Assessore regionale ai Lavori Pubblici, Edoardo Cosenza, i consiglieri regionali casertani, Angelo Polverino, Angelo Consoli e Eduardo Giordano, il presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Caserta, Enrico De Cristofaro, il presidente dell’Ordine degli Architetti di Caserta, Vittorio Severino, il presidente dell’Ance Caserta, Atronne Schmerzenreich, il Dirigente del settore Difesa del Suolo (Ass. LL.PP.) Italo Giulivo e il dirigente del Genio Civile di Caserta, Nicola Di Benedetto.

“Lunedì prossimo, – ha fatto sapere il presidente Romano – insieme con l’assessore Edoardo Cosenza, che ringrazio per la significativa attenzione riservata ad una problematica particolarmente sentita nel Casertano, incontreremo l’assessore regionale al Personale, Pasquale Sommese, per conoscere in dettaglio i tempi necessari a fornire gli Uffici del Genio Civile di almeno 5 ingegneri strutturisti e altrettanti amministrativi, confidando che entro un paio di settimane si possa dunque partire e far fronte alla carenza di personale che è a monte dei lunghi tempi di attesa nel rilascio alle imprese e ai professionisti delle documentazioni di competenza”.

“Nei sei mesi successivi, periodo entro il quale contiamo di riportare il lavoro degli uffici a un regime ordinario,– ha poi aggiunto il presidente Romano – si provvederà con cedenza bimensile a opportune verifiche sullo stato dell’arte, allo scopo di monitorare in corso d’opera l’efficacia di questa iniziativa, anche a garanzia degli impegni assunti nei confronti di un territorio che ha visto di fatto il blocco di importanti opere pubbliche e private in un settore, quello dell’edilizia, che è tra quelli maggiormente trainanti dell’economia e dunque dello sviluppo e dell’occupazione sul territorio”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©