Politica / Regione

Commenta Stampa

Paolo Romano, su fondi europei


Paolo Romano, su fondi europei
02/11/2011, 11:11

“La linea del Presidente Caldoro, quella della assoluta intransigenza nei confronti di possibili e ulteriori politiche di sviluppo a trazione leghista, va condivisa e sostenuta con forza. Guai, infatti, se un solo centesimo dei nostri fondi europei venisse spostato al Nord”.

Così il presidente del Consiglio regionale della Campania, Paolo Romano, che aggiunge: “La Campania, che in queste ore si accinge ad approvare un ulteriore bilancio di sacrifici, ha dimostrato oggi una maturità e una capacità di governance dei fondi europei prima assolutamente sconosciuta. Ed è questo un lavoro che non può essere messo in discussione neppure dalla tenuta del governo Berlusconi”.

“E' necessario, dunque, - prosegue il presidente Romano - che l’intera classe dirigente campana punti i piedi compatta e faccia sentire forte le proprie ragioni tanto sulla indispensabile deroga al Patto di Stabilità per le quote di cofinanziamento agli investimenti sui fondi europei quanto più generalmente sullo sviluppo di un Mezzogiorno senza il quale l’intero Paese non va da nessuna parte”.

“E’ necessario, insomma, - conclude Romano - far comprendere all'intero governo che il Mezzogiorno e la Campania non sono più disponibili a sacrificare sull'altare di nessuno, men che meno di Bossi, i propri diritti e il proprio futuro”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©