Politica / Regione

Commenta Stampa

Paolo Romano su inerzia governo regionale su real sito di Carditello


Paolo Romano su inerzia governo regionale su real sito di Carditello
26/10/2011, 16:10

“Il governo regionale ci dica senza ulteriori tentennamenti cosa vuol farne del Real Sito borbonico di San Tammaro, se vuole recuperarne le straordinarie potenzialità o se intende non preoccuparsene affatto”. Così il Presidente del Consiglio regionale della Campania, Paolo Romano che aggiunge:

“Vale la pena ricordare che a fronte di un indebitamento maturato dal consorzio regionale proprietario del sito monumentale, un debito di circa 20 milioni di euro, eravamo riusciti, anche grazie all’impegno del presidente della Commissione Trasparenza Nicola Caputo e di altri consiglieri casertani a spuntare un accordo con i creditori per soli 9 milioni di euro. Purtroppo il silenzio del governo regionale che pure risulta creditore nei confronti del Consorzio per circa 6 milioni di euro, non ha scongiurato la decisione del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere di ordinare la vendita all’asta del bene, asta fortunatamente andata ora deserta”.

“A questo punto, - conclude il presidente Romano - tanto rispetto alla possibilità di poter realizzare su quel sito, come abbiamo ipotizzato da tempo, un prestigioso polo fieristico, quanto rispetto alla dichiarata volontà della giunta regionale di voler valorizzare l’intero patrimonio storico e architettonico della Campania, un ulteriore inerzia non potrebbe che apparire davvero inspiegabile”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©