Politica / Napoli

Commenta Stampa

La gente riflette di più che in passato…

Parentopoli in comune, il sindaco ribatte e sbaglia


.

Parentopoli in comune, il sindaco ribatte e sbaglia
19/08/2013, 11:58

NAPOLI - A volte rintuzzare serve a far capire il contrario. “Competenze e moralità” a parte, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha perso un’altra ghiotta occasione per tacere. In una nota stampa fiume, il primo cittadino ha tentato di discolparsi dalle pesanti accuse mossegli un po da tutti i versanti della politica cittadina, compresi i due consiglieri autosospesisi dalla maggioranza,  proprio su quei ‘familiarismi’ troppo accentuati. “Nominati dirigenti qualificati” tuona il primo cittadino, e poi se sono parenti di assessori o amici degli amici degli amici, poco importa, l’importante è che il curriculum sia immacolato. De Magistris a spada tratta per difendere fratello Claudio e Mr. Moxedano, i nuovi cherubini dell’universo san giacomese che, se pur continua a perdere pezzi strada facendo, ricuce gli strappi attraverso le benedizioni ‘urbi et orbi’ di papa Luigi, la cui clemenza con i suoi discepoli è divenuta proverbiale anche in cielo.

Commenta Stampa
di Girolamo Savonarola
Riproduzione riservata ©