Politica / Napoli

Commenta Stampa

Parere favorevole in Commissione a registro cittadino associazioni giovanili


Parere favorevole in Commissione a registro cittadino associazioni giovanili
03/02/2012, 10:02

Via libera delle Commissioni Sport e Pari Opportunità e Diritti e Sicurezza, presiedute rispettivamente da Gennaro Esposito e Gaetano Troncone, alla delibera di proposta al Consiglio n. 1206/2011 sull’istituzione del registro cittadino delle associazioni giovanili. Il parere favorevole alla delibera e al regolamento allegato, cui sono stati apportati alcuni emendamenti tecnici aggiuntivi, è stato dato oggi al termine della riunione congiunta alla quale hanno partecipato l’Assessore alle Pari Opportunità e Politiche giovanili, Pina Tommasielli, e l’Assessore ai Diritti, Trasparenza e Sicurezza, Giuseppe Narducci.
Con il registro, ha spiegato l’Assessore Tommasielli, ci si propone di cominciare a costruire le politiche giovanili a Napoli, svincolandole dall’area del disagio sociale e guardando ai giovani come una risorsa da valorizzare, sostenendo la scelta dell’associazionismo e favorendo la partecipazione attiva dei giovani alla vita democratica. Le associazioni iscritte al registro, in particolare, potranno partecipare ad iniziative dell’Amministrazione per l’attuazione delle politiche giovanili in programma e saranno beneficiarie di iscrizioni a reti, registri, partenariati nazionali ed internazionali per attivare le partecipazioni a bandi di finanziamento pubblico e, come hanno suggerito le Commissioni, ad ogni altra forma di sostegno da parte dell’Amministrazione.
Per i consiglieri intervenuti, Maurino e Molisso, va sostenuto il percorso indicato dalla delibera, coordinandone, però, le finalità con tutte le decisioni in materia di sostegno e promozione dei diritti dei giovani, mentre il consigliere Moretto ha espresso perplessità sugli effetti concreti che il registro potrebbe apportare al miglioramento della condizione giovanile in città. Nel corso dell’incontro è stata affrontata anche la questione della delibera di G.C. n. 44/2012 sul trasferimento delle funzioni del Servizio giovani, incardinato nella Direzione Politiche sociali, al Servizio pari opportunità ed azioni positive, che fa capo alla Direzione Politiche culturali, sportive e del tempo libero, che ne assorbe le finalità. In risposta alle perplessità sollevate sul punto dai consiglieri, l’Assessore Narducci ha chiarito trattarsi non di un’abolizione tout court ma solo di una riorganizzazione dei servizi comunali in funzione delle deleghe assegnate all’Assessore Tommasielli. 

Via libera delle Commissioni Sport e Pari Opportunità e Diritti e Sicurezza, presiedute rispettivamente da Gennaro Esposito e Gaetano Troncone, alla delibera di proposta al Consiglio n. 1206/2011 sull’istituzione del registro cittadino delle associazioni giovanili. Il parere favorevole alla delibera e al regolamento allegato, cui sono stati apportati alcuni emendamenti tecnici aggiuntivi, è stato dato oggi al termine della riunione congiunta alla quale hanno partecipato l’Assessore alle Pari Opportunità e Politiche giovanili, Pina Tommasielli, e l’Assessore ai Diritti, Trasparenza e Sicurezza, Giuseppe Narducci.
Con il registro, ha spiegato l’Assessore Tommasielli, ci si propone di cominciare a costruire le politiche giovanili a Napoli, svincolandole dall’area del disagio sociale e guardando ai giovani come una risorsa da valorizzare, sostenendo la scelta dell’associazionismo e favorendo la partecipazione attiva dei giovani alla vita democratica. Le associazioni iscritte al registro, in particolare, potranno partecipare ad iniziative dell’Amministrazione per l’attuazione delle politiche giovanili in programma e saranno beneficiarie di iscrizioni a reti, registri, partenariati nazionali ed internazionali per attivare le partecipazioni a bandi di finanziamento pubblico e, come hanno suggerito le Commissioni, ad ogni altra forma di sostegno da parte dell’Amministrazione.
Per i consiglieri intervenuti, Maurino e Molisso, va sostenuto il percorso indicato dalla delibera, coordinandone, però, le finalità con tutte le decisioni in materia di sostegno e promozione dei diritti dei giovani, mentre il consigliere Moretto ha espresso perplessità sugli effetti concreti che il registro potrebbe apportare al miglioramento della condizione giovanile in città. Nel corso dell’incontro è stata affrontata anche la questione della delibera di G.C. n. 44/2012 sul trasferimento delle funzioni del Servizio giovani, incardinato nella Direzione Politiche sociali, al Servizio pari opportunità ed azioni positive, che fa capo alla Direzione Politiche culturali, sportive e del tempo libero, che ne assorbe le finalità. In risposta alle perplessità sollevate sul punto dai consiglieri, l’Assessore Narducci ha chiarito trattarsi non di un’abolizione tout court ma solo di una riorganizzazione dei servizi comunali in funzione delle deleghe assegnate all’Assessore Tommasielli.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©