Politica / Parlamento

Commenta Stampa

La proposta per snellire il sistema di voto

Parlamento, Berlusconi: "Voti solo il capogruppo". Ma Fini scuote il capo


Parlamento, Berlusconi: 'Voti solo il capogruppo'. Ma Fini scuote il capo
10/03/2009, 18:03

Un voto ‘complessivo’, espresso dal capogruppo e che comprenda quello di tutti coloro che rappresenta. E’ l’ultima proposta di Silvio Berlusconi, nata dalla necessità di accorciare i tempi per avere le leggi. Ovviamente, però, chi è contrario può comunque andare in aula per esprimere il suo dissenso o per astenersi. Durante l’assemblea nazionale del Pd, il Cavaliere ha motivato la sua proposta. “Capisco che dopo 70 o 80 votazioni una persona che non è tuttologa possa anche deprimersi, - ha detto, - ecco perché io propongo uno snellimento e cioè che molti voti si facciano nelle commissioni mentre il voto finale in aula. Con questo sistema ovviamente non ci sono sorprese”.

Ma il parere negativo da parte del presidente della Camera arriva praticamente in tempo reale. Si tratta, secondo Gianfranco Fini, di “una proposta che cadrà nel vuoto”

Sul discorso Rai, il presidente del Consiglio ha affermato che, pur avendo stima nei confronti di Claudio Petruccioli, deve essere tenuta in considerazione la necessità di un rinnovamento, “anche in coerenza con quanto affermato dal leader del Pd”.

Ulteriori rassicurazioni sono arrivate infine sul piano casa, demonizzato da Franceschini: ribadendo che non ci sarà alcuna cementificazione, Berlusconi ha spiegto che si tratta di una “legge di assoluto buon senso e non ci sarà nessuna negazione delle leggi urbanistiche”.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©