Politica / Politica

Commenta Stampa

Sconfitto il punto forte della campagna elettorale

Parma: Pizzarotti ha perso, l'inceneritore cittadino parte


Parma: Pizzarotti ha perso, l'inceneritore cittadino parte
28/08/2013, 10:09

PARMA - "L’inceneritore qui non lo faranno mai, e se lo faranno dovranno passare sul cadavere di Pizzarotti". Con queste parole Beppe Grillo promuoveva la candidatura a sindaco di Parma di Federico Pizzarotti, esponente del suo partito. Ma la Iren, la società costruttrice dell'inceneritore, non ha avuto bisogno di arrivare a tanto. Le è bastato continuare a costruire l'impianto, rispondere alle domande dei magistrati che avevano aperto un fascicolo, temendo che fossero stati commessi reati (mentre finora non ci sono stati rinvii a giudizio), ed adesso è prossima l'accensione dlel'inceneritore. 
E Pizzarotti? Non userà il suo corpo come scudo per impedire l'afflusso dei rifiuti da incenerire. Anzi, lui e la sua amministrazione, come tutto il Movimento 5 Stelle, ha deciso di adottare un profilo molto basso, quasi di rassegnazione. Come testimoniano le parole di Marco Bosi, consigliere comunale grillino: "Oggettivamente, per noi è una sconfitta perché è una delle tre questioni, con l’onestà e il debito comunale, su cui avevamo vinto le elezioni. Ma l’opinione pubblica ci riconosce di aver fatto il possibile".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©