Politica / Napoli

Commenta Stampa

Sciolto il Cda di Napoliservizi, bilanci sospetti

Parte la crociata de Magistris contro le partecipate

Moxedano: "Si dimettano e chiedano scusa ai napoletani"

.

Parte la crociata de Magistris contro le partecipate
19/09/2011, 10:09

NAPOLI – La bufera de Magistris si abbatte sulle partecipate del Comune di Napoli, partendo proprio da Napoliservizi dove è stato azzerato il Cda. Troppe buste paga d’oro hanno messo in ginocchio il bilancio. Il Primo cittadino ha riunito la giunta per cominciare a stendere le basi per la manovra di aggiustamento dei conti, questo anche alla luce dei tagli previsti dal Governo. Chiaramente per l’ attuazione della manovra occorrerà un po’ di tempo, ma promette l’ inquilino di Palazzo San Giacomo che tutte le spese eccessive saranno eliminate. In una Sua dichiarazione si legge infatti: “ Quanto sta emergendo è la conferma che la strada che stiamo percorrendo in merito al cambiamento delle partecipate, è quella giusta”. Partendo proprio da Napoliservizi de Magistris è fortemente deciso a mettere mano su tutte le partecipate del Comune perché è proprio qui che albergano i maggiori sprechi. Duro è anche il commento di Franco Moxdano, capogruppo Idv al comune, nei confronti della partecipata in questione:”E’ vergognoso che tredici dipendenti si spartiscano una cifra pari a un milione e 700mila €, abbiano il coraggio e la dignità di dimettersi,chiedendo scusa ai contribuenti napoletani”. Ormai la scure sugli stipendi d’ oro si è abbattuta e continuerà il suo operato.

Commenta Stampa
di Antonio Sarracino
Riproduzione riservata ©