Politica / Napoli

Commenta Stampa

Parte la Giggin Vitton Cap! La coppa america dei poveri: le barche, i partecipanti, il programma


Parte la Giggin Vitton Cap! La coppa america dei poveri: le barche, i partecipanti, il programma
30/03/2012, 17:03

Parte la Giggin Vitton Cap, la coppa america dei poveri, dei precari, dei movimenti, di chi non si rassegna all'esibizionismo ridicolo e alle operazioni di facciata come quella della pseudo coppa america ufficiale che vedrà un pò di ricconi venire a regatare nel golfo di Napoli in cambio di 5 milioni di euro per comprarsi il logo (mentre venezia ha speso poco più di un milione per la stessa cosa) e del sequestro di un pezzo di città.
Parte la Giggin Vuitton Cap, la coppa america che non sequestra pezzi di città ma chiede di renderli nuovamente vivibili.
La Giggin Vitton Cap è la coppa america delle cose che ancora invece non si sono fatte, come la bonifica di Bagnoli, la vera gara in cui il Sindaco dovrebbe impegnarsi.


In gara oltre dieci barche, alcune vecchie e riaggiustate da sé, altre ancora costruite ex-novo col supporto determinante della cooperativa Megaride, ex cantieri navali partenopei (una storia di occupazione e socializzazione alla napoletana), altri ancora semplici gommoni. Mentre l'Arci Pesca ha fornito le barche per garantire la sicurezza del percorso e per far stazionare i social-media. Gara rigorosamente a remi (la vela costa troppo, il motore è vietato..)


Sulle barche realtà di base e altre molto conosciute dalle strade di questa città: c'è la barca del collettivo Labriola, la barca Officina 99, la barca Zer081, la barca dei Precari Bros, la barca Ba.Fu.Ca., la barca Bagnoli Power (muisicisti bagnolesi), la Barca degli operatori sociali ecc. Per una prima contesa a cui ne seguirà un'altra in coincidenza con l'altra coppa, quella pseudo-ufficiale


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©