Politica / Regione

Commenta Stampa

Ronghi lo attacca: progetto comune a regioni del Sud

Partito del Sud, Mastella: per ora non se ne parla


.

Partito del Sud, Mastella: per ora non se ne parla
08/09/2009, 14:09

"Il partito del Sud è una cosa molto siciliana, ma non avendo aderito non se ne parla. E' una cosa prospettica che forse può avvenire dopo le elezioni regionali ma non prima". Ad affermarlo, il leader dell'Udeur, Clemente Mastella, nel corso del convegno "Difendiamo la politica", organizzato dall'associazione socio-culturale Agorà di Ercolano. "Una cosa è la Sicilia, ma presentarsi a votare senza di noi con un risultato modesto significa anche limitarne la portata e condizionare la prospettiva già oggi". "Occorre lavorare per un partito che sia per il Sud - ha aggiunto l'europarlamentare del PdL - con una sensibilità diversa e culture diverse. Non c'è bisogno solo di affinarsi la testa e dire realizziamo infrastrutture materiali, ma anche quelle immateriali: culturali e di natura legale". Dall'analisi dell'attuale momento storico il numero uno del Campanile prende atto dell'esistenza di una "crisi della politica che sovrasta la crisi dei partiti e che tocca le istituzioni", contro la quale sono di aiuto il dialogo e "discussioni come queste", tralasciando quella che Mastella definisce "un'idea 'milanista' della politica". "Il Partito del Sud è il futuro e chi ne parla male fa come la volpe che non può raggiungere l'uva", ha replicato alle affermazioni di Mastella il consigliere regionale del MpA Salvatore Ronghi, anch'egli presente al convegno nella cittadina vesuviana. "Il Partito del Sud - ha sottolineato Ronghi - non è un progetto legato alla sola Sicilia, anche se nasce dal forte impegno sudista del nostro presidente Lombardo, ma, come dimostrato dalla giornata di riflessione politica che ho promosso con successo sabato scorso all'Eremo dei Camaldoli, è un progetto che appassiona uomini e donne nuovi di tutte le regioni del Sud".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©