Politica / Politica

Commenta Stampa

Partito Società e Famiglia: "chi votare? Possiamo essere il rimedio contro alla sfiducia della politica"


Partito Società e Famiglia: 'chi votare? Possiamo essere il rimedio contro alla sfiducia della politica'
14/12/2012, 14:15

Il Partito Società e Famiglia irrompe sulla scena con idee differenti, e valuta che per far ripartire il Paese bisogna ridare slancio alla fiducia degli italiani
 
Mi sembra evidente, spiega il Segretario di Società e Famiglia Antonio Pisani, che la domanda già contiene una risposta; alle prossime elezioni politiche bisogna votare! Dobbiamo farlo per non continuare ad essere succubi di quei poteri forti che hanno spodestato la sovranità dei cittadini italiani imponendo un governo di tecnici, succubi del ghota finanziario internazionale.
Dobbiamo riconoscere che non è solo colpa della finanza, ma anche dell’attuale sistema politico, che ancora oggi ripropone sulla scena politica vecchi leaders, quali Bersani e Berlusconi, che con la loro condotta personalistica hanno portato l’Italia al dissesto e alla precarietà.
In questi anni sono stati talmente occupati a pensare ai propri interessi, non ci scordiamo tutti gli scandali regionali e nazionali di questi tempi, da divenire un corpo unico, staccato dalle realtà quotidiane delle persone comuni.
È ora di cambiare seriamente, di fare una rivoluzione pacifica e democratica, di rompere i lacci di una Europa costruita sul dio monetario e finanziario, di eliminare i privilegi piccoli e grandi della nostra Italia.
Ma per ottenere questo bisogna recarsi a votare e scegliere un Partito nuovo quale Società e Famiglia, con uomini e donne lontani dall’attuale sistema politico; uomini e donne scelti dai territori per portare avanti un programma ben definito:
- consentire una politica di salvaguardia della famiglia,
- ridurre drasticamente i costi della politica,
- portare avanti in ogni settore il merito,
- adottare politiche per creare nuovi posti di lavoro,
- eliminare la burocrazia,
- diminuire le imposizioni fiscali inique,
- eliminare gli sprechi e gli elevati costi della macchina statale,
- concordare pensioni dignitose per tutti, eliminando pensioni d’oro costruite con contributi figurativi.
Per guardare con serenità al futuro abbiamo bisogno dei radicali cambiamenti proposti dal nostro Partito Società e Famiglia e per farlo dobbiamo essere, al di là delle posizioni ideologiche, uniti sui valori ai quali crediamo ed affermarli con un programma al quale ognuno di noi è chiamato a partecipare.
Come già dichiarato recentemente in occasione degli ultimi risultati elettorali che hanno visto conquistare il record storico di astensioni ormai al 52% - segnale evidente di sfiducia nei partiti esistenti - il nuovo partito Società e Famiglia, che è il frutto maturo di una società civile che vuole farsi protagonista in prima persona, irrompe sulla scena con idee differenti, e valuta che per far ripartire il Paese bisogna ridare slancio alla fiducia degli italiani nella loro capacità di scegliersi una nuova classe dirigente dalla quale farsi rappresentare.
Per sostenere e incoraggiare questa evoluzione del sistema politico nazionale, Società e Famiglia assicura il massimo impegno operativo e programmatico di tutti i suoi quadri in vista dell'ormai imminente confronto elettorale. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©