Politica / Politica

Commenta Stampa

Il Ministro parla agli Stati generali a Torino

Passera: "Commissariare le amministrazioni non virtuose"


Passera: 'Commissariare le amministrazioni non virtuose'
29/09/2012, 11:40

TORINO – “Bisogna premiare le amministrazioni virtuose, commissariare sul serio quello che non lo sono per rimetterle a posto”. È quanto ha detto il Ministro dello Sviluppo Economico, Corrado Passera, agli Stati generali della Lega a Torino promossi dalla Lega. Ha poi aggiunto: “Abbiamo superato un momento di gravissimo rischio. Il nostro paese era vicinissimo a perdere la sua sovranità, la sua indipendenza. Un Paese amministrato da commissari esterni sarebbe diventato di Serie B. Tutti insieme siamo riusciti a evitare questo”.

 Risponde ad una domande sull’assenza del governo in merito allo scandalo dei fondi delle Regioni dicendo: "Federalismo vuol dire anche evitare cose come quelle che si leggono e si vedono in questi giorni. Certamente la nostra è una riforma a metà, molte regole non sono state fissate, i controlli non sono adeguati e i meccanismi di certificazione sui bilanci non sono ancora diventati regola. Puntare su un federalismo più funzionante vuol dire anche a rispondere questi problemi. Il governo farà quello che deve fare. La politica e i partiti devono fare la loro parte e organizzare meglio il federalismo”.

In merito al Pil, Passera non si dimostra sorpreso: “L'andamento del Pil è in linea con quello che era ragionevole aspettarsi e il 2012  non poteva chiudersi meglio che con un -2%, anche se qualcuno era più ottimista. Pensavamo che l'Europa si sarebbe comportata in modo diverso, che avrebbe preso in mano il problema della crisi del debito e abbassato velocemente gli spread. Cosa che non è avvenuta se non negli ultimi mesi”.

Parla infine delle tasse e dichiara: “L'obiettivo dovrà essere abbassare le tasse, partendo da quelle sul lavoro e sulle imprese. In un momento di salvataggio dei conti e di riacquisizione di credibilità internazionale sarebbe stato impensabile, ma è un obiettivo che dobbiamo porci”.

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©