Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Patriciello: “Elezione Barroso, condivido impostazione su controllo del bilancio"


Patriciello: “Elezione Barroso, condivido impostazione su controllo del bilancio'
16/09/2009, 14:09


Il Parlamento europeo ha approvato nella tarda mattinata di oggi la nomina di José Manuel Barroso quale Presidente della Commissione europea. Si tratterà del suo secondo mandato e avrà la durata di cinque anni. L’elezione è avvenuta durante la seduta plenaria del Parlamento europeo a Strasburgo alla quale ha partecipato il deputato europeo del PdL Aldo Patriciello. José Manuel Barroso è stato eletto, a scrutinio segreto, con 382 voti favorevoli, 219 contrari e 117 astensioni. L'approvazione richiedeva la maggioranza semplice dei voti espressi, così come sancito dal Trattato di Nizza. “Ho apprezzato il discorso di Barroso – ha commentato l’on. Aldo Patriciello da Strasburgo – e, soprattutto, la sua idea di combinare la ripresa economica con un mercato sociale. Il presidente della Commissione europea ha annunciato di volersi impegnare a combattere il dumping sociale e di volere fortemente una revisione della direttiva sull'orario di lavoro. Ha anche promesso iniziative per eliminare le disparità salariali tra uomini e donne. Tema che ci vede partecipe. In qualità di membro della Commissione controllo dei bilanci, - ha aggiunto l’eurodeputato - condivido la sua proposta per quanto riguarda il bilancio Ue di portare avanti un approccio basato sulla solidarietà. Su questo punto ritengo di poter appoggiare pienamente l’intenzione del presidente Barroso di promuovere un metodo più trasparente ed efficace per finanziare le politiche europee. Infine – ha concluso il parlamentare europeo – ha promesso cambiamenti nella struttura della Commissione, con la nomina di commissari separati per la giustizia, i diritti fondamentali e le libertà civili da un lato, e per gli affari interni e l'immigrazione dall'altro. L’introduzione di una figura istituzionale che si occupi di affari interni e immigrazione servirà certamente ad affrontare con maggiore efficacia temi urgenti e attuali che ci hanno visti recentemente impegnati”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©