Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Questo é quello che dovrà pretendere dal nuovo direttore

Patriciello (PdL): “Maggiore incisività e più controlli dalla Commissione CONT


Patriciello (PdL): “Maggiore incisività e più controlli dalla Commissione CONT
24/10/2010, 16:10

Si apriranno domani, presso la Sede del Parlamento europeo di Bruxelles, i lavori della Commissione Controllo di Bilancio. Oggetto della Riunione che si protrarrà fino al primo pomeriggio di martedì, saranno le audizione dei sei candidati al posto di direttore dell'OLAF, incarico ricoperto da Franz-Hermann Brüner fino al 9 gennaio 2010 (data della sua scomparsa dovuta ad una malattia terminale), ed al momento occupato ad interim da Nicholas Ilett.
I Deputati membri della Commissione CONT saranno poi chiamati ad esprimere la propria preferenza conferendo il proprio voto al candidato ritenuto più idoneo a ricoprire l’importante e delicato compito di primo dirigente Ufficio europeo di lotta alle frodi.
L’OLAF è stato istituito dalla Commissione Europea con Decisione n. 352 del 28 aprile 1999 con l'obiettivo di contrastare le frodi, la corruzione e qualsiasi attività illecita lesiva degli interessi finanziari della Comunità europea. "Il bilancio comunitario – ha dichiarato l’On. Patriciello – Membro della Commissione CONT - è finanziato dai cittadini degli Stati membri attraverso le risorse proprie al fine di realizzare progetti di interesse generale. Pertanto, l'evasione dei dazi e delle imposte che alimentano il bilancio comunitario o l'utilizzazione impropria di sussidi comunitari costituiscono un danno per il contribuente europeo”
“L'Olaf – continua Patriciello - ha pertanto una grande responsabilità - quella di investigare all'interno delle Istituzioni comunitarie e nazionali per verificare come vengono spesi i soldi pubblici. Una funzione delicata, politicamente e mediaticamente. In effetti, considerando che l''80% del bilancio dell'Ue viene destinato agli Stati, l'UE necessita di un organismo che vigili sulla trasparenza degli appalti e che tagli gli sprechi pubblici". Interrogato sul candidato prescelto su cui ricadrà il suo voto, l'On. Patriciello, preferisce non sbilanciarci ma ribadisce il ruolo e l'importanza dell'Organismo. " Il futuro direttore - precisa l'On. Patriciello - avrà un compito fondamentale per la trasparenza dei conti dell'Unione e per il riavvicinamento dei cittadini alle Istituzioni europee. Motivi per i quali, vaglierò con attenzione i curricula ricevuti e seguirò con impegno le audizioni che cominciano domani".

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©