Politica / Napoli

Commenta Stampa

Patto Formativo Intergenerazionale: la Conferenza stampa


Patto Formativo Intergenerazionale: la Conferenza stampa
07/02/2012, 11:02

Alle ore 10:30 presso c/o Palazzo San Giacomo (sala giunta - II piano) avrà luogo una conferenza stampa per presentare il programma interistituzionale denominato: PATTO FORMATIVO INTERGENERAZIONALE, promosso dal comune di Napoli (Assessorato alle Politiche sociali, Assessorato all’Istruzione) e l’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania.

Il programma rientra all’interno dell’obiettivo prioritario dell’attuale Amministrazione del Comune di Napoli di promozione di una cittadinanza attiva, di una cultura comunitaria e partecipativa, in particolare dei giovani.
L’obiettivo è quello di rendere organico nei cinque anni in tutte le scuole della città un programma innovativo di educazione civica alla cittadinanza attiva rivolto alla comunità dei giovani studenti e finalizzato a promuovere una cultura di coesione sociale. In questo percorso teorico pratico vi è un'interazione costante degli studenti con la fascia di età adulta (insegnanti, genitori ed operatori).
Il programma è organizzato in tre fasi.
1 Nella prima fase vengono individuate le scuole della filiera e formalizzati i moduli interdisciplinari finalizzati alla promozione di una cultura di Comunità.
2 Nella seconda fase vengono individuati e formati studenti animatori che svolgeranno “laboratori solidali” nelle scuole primarie e secondarie di 1° e 2° Grado gemellate tra di loro e/o in microcomunità territoriali (anziani, disabili, minori, associazioni di volontariato) in altri luoghi del territorio. Gli studenti svolgeranno stage formativi sia rispetto alla competenza di specifici laboratori (teatrali, informatica, video, clowneria) che rispetto alle competenze relazionali necessarie.
3 La terza fase è quella di attuazione pratica delle attività di animazione e di volontariato.

In questo primo anno la sperimentazione in corso vede coinvolti 22 istituti superiori 10 scuole primarie e secondarie di 1° e 2° Grado, nonché microcomunità ed associazioni gemellate all’interno di ogni municipalità. Ogni filiera territoriale si avvale di un supporto tecnico (pedagogico, psicologico, sanitario e sociale) dei Gruppo Progetti Adolescenti (GPA) territoriali (equipe miste formate da psicologi, medici ecc. operanti nei distretti sanitari, operatori dei servizi sociali territoriali e referenti delle scuole del territorio, che da anni operano ordinariamente per l'integrazione socio-sanitaria anche nell'ambito del sistema scolastico) e della collaborazione della Cooperativa Solidee.

L’assessorato alle Politiche Sociali intende far incrociare il Patto Formativo con altri due programmi: la banca dello scambio e l’azionariato sociale per promuovere la realizzazione di progetti ed iniziative con ricadute sulla comunità (es. valorizzazione di sistemi alternativi per la produzione di energia elettrica).

Il programma prevede il confronto anche con altre città italiane in particolare con il Centro di Formazione Professionale G. Veronesi di Rovereto.

Alla conferenza stampa saranno presenti: Luigi de Magistris – Sindaco di Napoli; gli assessori Sergio D'Angelo e Annamaria Palmieri; Maria Luisa Franzese Ufficio Scolastico Regionale Regione Campania, Marialuisa Liberatore Coordinamento Cittadino GPA Comune di Napoli e Annarita Avino-Cooperativa Solidee.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©