Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Candidature parlamentari con più di 15 anni di legislatura

Pd: Bersani non accetta le critiche su deroghe liste


Pd: Bersani non accetta le critiche su deroghe liste
18/12/2012, 15:38

ROMA  -   Il Segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, non ha accettato le critiche arrivate dal suo partito,  dopo la decisione di concedere dieci deroghe per le candidature di parlamentari con più  di 15 anni di legislatura alle spalle.  

Il leader dei democratici, non nascondendo la propria irritazione ha detto: "questo non lo accetto",  rispondendo ai cronisti al suo arrivo ad un incontro con gli ambasciatori del Sud Est asiatico.

"Il nostro statuto parla del 10% di deroghe e ieri alla direzione si e' discusso di qualcosa che non e' neanche il 3% - ha spiegato - perche' ne parlate solo per il Pd? Questo e' inaccettabile".

E ancora: "Siamo gli unici in Italia e in Europa che hanno questi meccanismi di deroghe cosi' stringenti - ha ricordato Bersani - quindi per favore non chiedeteci piu' e andate da qualcun altro. Su questo si e' superato il segno".

Il Pd "e' l'unico a fare cose mai fatte in Italia e in Europa e per questo gradiremmo essere seguiti con un po' di simpatia", ha proseguito parlando delle primarie per i parlamentari.

 "Gradiremmo che si chiedesse anche gli altri cosa vogliono fare, visto che il Parlamento e' una istituzione di tutti - ha insistito - non possiamo risolvere da soli il problema di come si scelgono i deputati. Gradiremmo sapere cosa fanno gli altri".

E a proposito del colloquio avuto con Monti, il segretario del Pd ha assicurato che i rapporti con Mario Monti non sono cambiati dopo le voci di una possibile discesa in campo del premier. "Assolutamente no", ha spiegato il segretario del Pd ai giornalisti che gli chiedevano se vi siano stati cambiamenti. "Leggo di cose diverse, ma e' stato un colloquio cordialissimo - ha detto - ci siamo fatti gli auguri e ce li faremo ancora, alla grande".

 

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©