Politica / Napoli

Commenta Stampa

Martedì 11 Settembre incontro a Pompi rete faro del Sarno

PD Campania: "Combattere gli scarichi illegali e abusivi"


PD Campania: 'Combattere gli scarichi illegali e abusivi'
10/09/2012, 10:00

In queste settimane si sono susseguiti gli allarmi e le segnalazioni per il sospetto di numerosi scarichi illegali e abusivi che si susseguono nel Sarno e in diversi punti della costa del Golfo di Napoli.

I risultati sono stati quelli di un danno enorme alle condizioni di balneabilità e un colpo al turismo e all’immagine del nostro territorio.

A questo si somma il ritardo nell’ ultimazione delle opere necessarie per il disinquinamento del fiume e del Golfo di Napoli.

Per questo motivo e al fine di predisporre un completo e documentato dossier di denuncia  da presentare all’opinione pubblica e alle autorità competenti la rete “Faro del Sarno” ha promosso un incontro di lavoro tra associazioni,circoli e amministratori locali per Martedì 11 Settembre 2012 alle ore 18,30 presso l circolo del PD di Pompei in via Lepanto.

“Con questo appuntamento proseguiamo un percorso di lavoro per segnalare inadempienze e ritardi che si manifestano nella lotta per recuperare il fiume Sarno e il nostro litorale a condizioni di salubrità e fruizione-ha dichiarato Paolo Persico –della rete “Faro  del Sarno”-promossa dal Pd:Questa estate è stata un ‘occasione per rendersi visivamente conto dei rischi che si corrono per tutto il Golfo.

Anche per le località più gettonate.

Ad oggi non sono sbloccate opere importanti come il completamento del depuratore di Punta Gradelle a Vico ed il collettore di Gragnano.

inoltre si stanno accumulando,dopo le dimissioni del Generale Jucci e il passaggio di responsabilità alla Regione Campania,ritardi anche nel crono programma delle opere del commissariato Sarno.

Ma la cosa più grave è stato il calo di tensione e l’assenza di un punto di sollecito costante all’azione coordinate delle autorità preposte nella lotta agli scarichi abusivi a a quelli illegali.

Molte forze e imprese scarsamente responsabili hanno avuto la sensazione che si potesse agire con la sicurezza di rimanere impuniti perché c’erano altre emergenze e perché lo stato era più debole e assente date le caratteristiche e le lacune dell’Amministrazione regionale.

Il Sarno e il golfo non potranno a lungo sopportare che nulla cambi,per questo oltre a segnalare episodi e fatti specifici con il dossier presenteremo proposte di breve,medio e lungo periodo ha concluso Paolo Persico.”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati