Politica / Politica

Commenta Stampa

Ma resta l'ipotesi della grazia

Pd conferma: "Voteremo la decadenza di Berlusconi"


Pd conferma: 'Voteremo la decadenza di Berlusconi'
02/09/2013, 15:10

ROMA - Per ora appare confermato che il Pd intenda votare a favore della decadenza da senatore per Silvio Berlusconi. Lo conferma il vicecapogruppo del Pd alla Camera, Paola de Micheli, intervenendo a Rai Radio 1: "Il 9 settembre inizia il percorso in giunta al Senato e noi abbiamo detto chiaramente quel che faremo, non c'è nessuna trattativa in corso. Daremo tempo a Berlusconi e ai suoi senatori di presentare le loro opinioni, ma non attenderemo mesi, sarà questione di giorni, massimo di qualche settimana". E quando il conduttore le ha chiesto se non tema la crisi di governo, come minacciato da Berlusconi, ha risposto: "Non sarebbe una novità, sono venti giorni che Berlusconi minaccia la crisi, il tema non c'è, credo invece che il Pdl dovrebbe essere chiaro su quel che farà". 
Intanto ritorna in auge la possibilità di chiedere la grazia per Silvio Berlusconi. L'avvocato  Coppi non l'ha esclusa e Franco Corbelli, leader del movimento "Diritti Civili" l'ha presentata, ai sensi del comma 4 dell'articolo 681 del Codice di procedura penale. SI tratta del comma che prevede che la grazia possa essere concessa anche per iniziativa autonoma del Presidente della Repubblica senza una esplicita richiesta del condannato. Una scelta che aggirerebbe il problema che vede un Berlusconi che non vuole chiedere la grazia in quanto sarebbe un riconoscimento del verdetto di colpevolezza. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©