Politica / Politica

Commenta Stampa

La posizione di uno dei candidati alla segreteria nazionale.

Pd, Cuperlo: il congresso non sceglie il più fotogenico


Pd, Cuperlo: il congresso non sceglie il più fotogenico
05/09/2013, 09:24

"Il nostro congresso non deve servire a sapere chi e' il piu' fotogenico". Questo è quanto ha sottolineato Gianni Cuperlo, candidato alla segreteria nazionale del Partito Democratico da "Festa Pesaro", il meeting dei democratici pesaresi. Cuperlo ha afferma che il Pd dovrà chiedersi "quanto deve essere giusta la società e non solo occuparsi di efficienza, ricollocando l'idea della necessita' di una societa' piu' equilibrata e più giusta". Il tema del nostro congresso non deve essere trovare un volto nuovo, ma riscoprire le parole per 'dirci come siamo', recuperando cosi' l'attenzione delle nuove generazioni". L'esponente del Pd ha poi chiesto di tenere separate la guida del Pd dalla premiership: "Sarà' giusto credere - ha spiegato - che il candidato premier naturale possa essere un esponente della forza preponderante della coalizione di centrosinistra, che è il Pd". Ma la "missione" del nuovo segretario dovrà essere quella di "pensare a guidare il partito, senza pensare che sia un trampolino verso un nuovo incarico". Due le motivazioni alla base del suo pensiero: "La prima e' che si restituisce cosi' al Pd tutto l'orgoglio di cui e' carica la nostra gente, dando loro una prospettiva diversa da quella che il nostro partito sia un comitato elettorale permanente". La seconda motivazione èdettata dal fatto che "solo il Governo non basta per fare le riforme, perche' le vere riforme non sono solo un articolato di legge, ma cio' che cambia la vita della gente e questo e' un compito che spetta ad un partito, ad un movimento". In merito alla corsa per la segreteria del Pd, infine, Cuperlo ha affermato di essere consapevole che si tratta di "un obiettivo difficile". "Ma questo non mi spaventa - ha concluso -. Se il nostro congresso mettera' al centro i principi e i contenuti, se sara' questa la strada che vorra' percorrere, chiunque lo guidera' sara' la scelta giusta".

Commenta Stampa
di Armando Brianese
Riproduzione riservata ©