Politica / Parlamento

Commenta Stampa

56,3% all'ex Ministro. 37 a Franceschini e 6,7 a Marino

Pd: dopo i primi congressi Bersani è in netto vantaggio


Pd: dopo i primi congressi Bersani è in netto vantaggio
14/09/2009, 12:09

Non c’è ancora nulla di ufficiale, sia chiaro, ma stando ai primi congressi nelle città di l'Aquila, Chieti, Foggia, Lecce, Como, Pisa, Verona, Belluno, La Spezia, Biella, Trento e Bolzano, tra i tre candidati alla segreteria nazionale del Pd, pare in considerevole vantaggio Pierluigi Bersani  (1061 voti con un 56,3% di preferenze). Segue, abbastanza distaccato, Dario Franceschini (1052 voti e il 37% di gradimento). In ultima posizione, distanziato di parecchio, c’è Ignazio Marino con i suoi 190 voti ed un per ora misero 6,7%. La notizia del maggior appeal di Bersani viene confermata anche dal giornalista Mario Adinolfi; dichiarato e fervente sostenitore della mozione Franceschini. Le cifre di Adinolfi sono però leggermente diverse da quelle diffuse dai congressi: 1.255 votanti favorevoli e 51,4%  alla mozione Bersani, 46,2% a quella dell'attuale segretario Franceschini ed infine il 2,4% per Marino.
Intanto, il comitato di Franceschini, decide di non commentare le cifre appen diffuse e seguire alla lettera la regola stabilita dalla commissione di garanzia. Secondo tale disposizione, infatti, i dati sulle preferenze non devono essere diffusi (e quindi ufficializzati) prima del raggiungimento del 10% delle circoscrizioni.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©