Politica / Napoli

Commenta Stampa

Diffuso un documento dal partito

Pd: “Fondi Ue per uscire dalla crisi”


.

Pd: “Fondi Ue per uscire dalla crisi”
20/02/2013, 17:13

NAPOLI - Sciogliere il nodo dei fondi europei per poi puntare su crescita,  sviluppo e occupazione. È questo, in sintesi,  quanto c'è nel documento diffuso oggi dal Pd che invoca a gran voce il recupero dei fondi comunitari.  “Noi pensiamo che la priorità per questa Regione si chiama lavoro. Bisogna dare spazio alle  imprese ed investire – chiarisce Enzo Amendola, segretario regionale Pd – più di due miliardi di fondi non spesi tornano al governo centrale. Noi pensiamo che Bersani, nel caso di vittoria, debba riutilizzare i fondi per questa Regione e togliere di mezzo la cattiva gestione”.

E proprio sui fondi europei il partito democratico della Campania con tutte le rappresent anze regionali, parlamentari ed europarlamentari, ha dato vita durante tutto il 2012 ad una campagna di sensibilizzazione e mobilitazione su tutto il territorio.

“Un anno fa, quasi in solitudine, denunciammo i rischi che poi si sono concretizzati: un miliardo in meno di risorse comunitarie. Quest’anno, al quarto rapporto della Campania, il rischio è di due miliardi in meno sui fondi comunitari. Il nuovo governo – spiega Andrea Cozzolino, europarlamentare del Pd  - deve porsi il problema di sostituire una gestione ordinaria ad una straordinaria in tre regioni chiave del mezzogiorno: Campania, Calabria  e Sicilia perché non si può perdere l’occasione di utilizzare fondi europei per un maggiore sviluppo e crescita nel Mezzogiorno”.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©